Maestri, nelle sue riflessioni fotografiche, si sofferma ed esplora diversi temi, in particolare la natura e l’uomo: la natura intervenendo su sfondi ed evidenziando dettagli in un percorso “figurativo ed onirico”
quasi
ad esaltarne l’essenza pura e incontaminata, e l’uomo, in modo più sperimentale, che studia l’individuo nei suoi movimenti, nelle sue rappresentazioni tridimensionali e nelle sue opere, in un percorso fatto di “intrusioni umane” come applicazioni, sovrapposizioni di colori, di foto e materiali per sottolineare l’unicità e la soggettività dell’opera, dell’uomo e dell’artista.
Maestri, grazie alla sua lunga esperienza di fotografo professionista, riesce a reinterpretare soggetti che per la maggior parte delle persone sono nascosti o sottintesi, rivalutandoli e rendendoli opere d’arte.
E lo studio non si ferma allo scatto ma continua nei materiali su cui le foto vengono riprodotte (tela, legno, metallo) nei formati e nelle tecniche che consentono di creare effetti pittorici che spaziano
dall’impressionismo al surreale.
Fin dall’inizio ha cercato di cogliere ciò che lo circonda creando però un suo forte senso estetico, con una connotazione del territorio ben precisa, che può fare da fil rouge del suo personale percorso artistico.
Nascono così opere che pur avendo soggetti “veri” diventano astratte e richiamano la grafica, l’arte contemporanea, la spray-art: le immagini si mescolano, si scompongono, si moltiplicano, creando effetti inaspettati che accompagnano lo spettatore verso un nuovo modo di guardare
ciò che lo circonda.

Carlo Maestri ~ Industriae Conversio - dal 29.04 al 13.05.2018 presso la Torre Civica di Guastalla

Industriae Conversio

presso
Torre Civica
Guastalla . RE

INAUGURAZIONE
domenica 29 aprile 2018
ore 11.00